Cerca un progetto
  2/19  

Progetto SIC MARINI - TARTA-TUR 1

Il Progetto di cooperazione dal titolo “Valutazione dell’interazione della pesca marittima e della maricoltura con le specie Caretta caretta e Tursiops truncatus nella fascia costiera dell’Alto Adriatico”, è stato proposto dai FLAG veneti (FLAG Chioggia Delta del Po e FLAG Veneziano) nel quadro delle attività di cooperazione previste dalla misura 4.64 del FEAMP 2014/20 e nell’ambito del bando pubblicato dalla Regione Veneto con DGR n. 561/2018. 

L’obiettivo del progetto, è di promuovere la coesione tra la pesca locale e la protezione dell’ambiente, attraverso l’apporto di dati scientificamente validi ai sistemi di supporto delle decisioni, verificando le ricadute di eventuali misure di conservazione nell’area interessata.

I principali obiettivi della presente elaborazione progettuale sono:

  • verificare il grado di interazione tra la pesca e le due specie protette Caretta caretta e Tursiope truncatus;
  • verificare il grado di interazione tra la pesca e gli uccelli marini;
  • mettere a disposizione un sistema con informazioni inerenti a supporto delle decisioni;
  • proporre un Piano di Gestione con indicate le linee guida per la diminuzione delle interferenze tra pesca e le due specie protette.

Per perseguire gli obiettivi della proposta progettuale sono state realizzate le seguenti “10 azioni”:

  1. Indagine tra gli operatori per inquadrare la problematica di interazione tra pesca e specie protette e valutare lo stato d’incidenza;
  2. Analisi socio-economica della pesca marittima interessata dall’interazione con le specie marine protette (tartaruga e tursiope e uccelli marini);
  3. Monitoraggio diretto per valutare l’interazione reale della pesca su tartarughe marine e tursiopi e uccelli marini;
  4. Monitoraggio indiretto per valutare presenza ed incidenza della pesca su tartarughe marine e tursiopi e uccelli marini;
  5. Protocollo operativo in caso di cattura accidentale per singola specie;
  6. Metodologie per la riduzione delle interferenze tra pesca e specie protette (Pesca e tartarughe marine; Pesca e tursiopi; Pesca e uccelli marini);
  7. Linee guida per consentire la pesca marittima nel rispetto della tutela delle specie protette;
  8. Attività di formazione e training in favore dei pescatori professionali al fine del riconoscimento delle specie;
  9. Attività di comunicazione comune e verso le comunità locali e le marinerie coinvolte;
  10. Gestione del progetto da parte dei FLAG.

Il progetto ha messo a disposizione un budget di 110.000,00 €, impegnato nella quasi totalità dai due partner del progetto.

Il progetto ha raggiunto gli obiettivi proposti e si è concluso il 4 aprile 2020. Inoltre ha contribuito alla definizione delle opportunità e delle limitazioni in relazione al SIC (sito di importanza comunitaria) Alto Adriatico che gli operatore della pesca e dell'acquacoltura potranno attuare.

I dati raccolti, gli elaborati, le linee guida e le buone prassi sviluppate con il progetto possono ora costituire il punto di partenza per la fase 2 del progetto, che permetterà la capitalizzazione delle lezioni apprese con questo primo progetto e l’estensione delle attività ai territori emiliano e friulano. Questo secondo progetto di cooperazione (presentato a fine dicembre 2019 da VeGAL per il FLAG Veneziano), promossa dal FLAG Costa dell’Emilia Romagna (capofila dell’iniziativa), coinvolge anche i FLAG GAC Chioggia e Delta del Po e FLAG GAC FVG.

VIDEO

Hai un progetto per il territorio?  

Area dedicata alla raccolta di proposte progettuali di soggetti privati e pubblici

torna all'inizio del contenuto torna all'inizio del contenuto